"Due anni di abusi sulla nipote ragazzina": zio a processo, ma nega tutto

"Mai solo con lei"

immagine di repertorio

Un 40enne italiano di Lessolo è a processo da giovedì 9 maggio 2019 per avere abusato sessualmente della nipote di 11 anni che gli era stata affidata dalla mamma, sua cognata. I fatti, secondo l'accusa sostenuta dal pm Chiara Molinari, risalirebbero al periodo compreso tra il 2015 e il 2017.

Da quanto risulta dalle indagini condotte dai carabinieri, l'uomo avrebbe palpeggiato la ragazzina e si sarebbe fatto masturbare da lei. Solo dopo due anni, quando ne aveva 13, lei avrebbe avuto il coraggio di raccontare tutto ai genitori facendo scattare le indagini che sono sfociate nella richiesta di rinvio a giudizio lo scorso settembre 2018.

L'imputato è assistito dagli avvocati Celere Spaziante e Alessandro Nicola e nega ogni addebito, sostenendo di non essere mai rimasto solo con la nipote, in quanto sarebbe sempre stata presente sua moglie. Per questa ragione ha scelto il rito ordinario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento