L'autocertificazione era regolare ma guidava ubriaco: denunciato e patente ritirata

Posto di blocco in autostrada

I controlli della polizia stradale

Quattro volte il tasso alcolemico consentito, ma con l'autocertificazione.

E' l'assurda vicenda avvenuta lunedì pomeriggio, 23 marzo 2020, al casello autostradale di Ivrea, nel comune di Pavone Canavese. Gli agenti della sottosezione autostradale della polizia stradale hanno fermato quel conducente per un normale controllo. Uno dei tanti di questi giorni, dove le forze dell'ordine fermano gli automobilisti per capire dove siano diretti e se lo facciano con un giustificato motivo.

Fin dai primi istanti, gli agenti hanno percepito come l'uomo non fosse in condizioni ottimali, sentito l'alito vinoso e la lentezza nel parlare.

E così, dopo avergli chiesto patente, libretto e l'autocertificazione - essendo un dipendente di una impresa funebre aveva diritto a spostarsi in auto - lo hanno sottoposto all'alcol test. L’accertamento, nelle due prove ha dato un esito pari a 2,50 g/l valore ben oltre il limite di 0,5g/l.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla luce del risultato, l’uomo è stato denunciato per "guida in stato di ebbrezza" e la patente è stata ritirata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pane, olio e altri beni primari con i prezzi gonfiati del 200%: denunciato titolare

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Cirio firma l'ordinanza: "Da lunedì i supermercati potranno vendere cancelleria"

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Il virus si è portato via Franco il Baffo: la cittadina in lacrime per lo storico vigile, politico e sportivo

Torna su
TorinoToday è in caricamento