Ubriaco alla guida brucia il semaforo rosso: 40enne denunciato, patente ritirata

Un arrestato e un denunciato per droga

Immagine di repertorio

Una persona è stata arrestata, due quelle denunciate, dai Finanzieri del Gruppo Torino impegnati, giovedì 6 dicembre, in un controllo capillare del territorio a Torino e nei comuni della prima cintura. Identificate decine di persone e controllati altrettanti veicoli. 

I controlli si sono conclusi alle prime luci dell’alba di venerdì 7 dicembre, quando un equipaggio dei Baschi Verdi ha notato una potente BMW che sfrecciava a forte velocità “bruciando” letteralmente i semafori rossi all’incrocio tra corso Unione e corso Lepanto, già noto per tragici fatti di cronaca. Alla guida dell’auto un 40enne particolarmente nervoso e refrattario a sottoporsi all’alcol test tanto da accampare diverse scuse per evitare il controllo. Per l’uomo, oltre alla denuncia per guida sotto l’effetto di alcol, è scattato il ritiro della patente.

Arrestato un corriere della droga

In città, al terminal degli autobus di corso Vittorio Emanuele, le Squadre Cinofile delle Fiamme Gialle, accompagnate da Jane, il pastore belga Malinois addestrato alla ricerca di sostanze stupefacenti, hanno arrestato un 25enne appena sbarcato da un autobus proveniente dalla Francia, trovato in possesso di oltre trenta ovuli di “speedball”, un potente mix di eroina e cocaina. L’uomo è stato rinchiuso presso il carcere Lorusso Cutugno di Torino a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Denunciato un 30enne per produzione e coltivazione di sostanze stupefacenti

Poco dopo, nel quartiere Santa Rita, i Finanzieri hanno denunciato un trentenne per produzione e coltivazione di sostanze stupefacenti. Nella sua abitazione, infatti, il ragazzo aveva realizzato una vera e propria mini serra fai da te, costituita, oltre che dalle piante di cannabis, da lampade a led e da una stazione meteo portatile, utile per misurare temperature e livelli di umidità, in sostanza, per garantire il “benessere” della coltivazione. Sequestrato anche un bilancino di precisione per il confezionamento dello stupefacente e alcuni grammi di marijuana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insetti in casa: la scutigera, l'insetto (utilissimo) che mangia gli altri insetti

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • L'eclissi penombrale della Luna Fragola: questa sera il vero spettacolo è nel cielo

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

Torna su
TorinoToday è in caricamento