Ennesimo furto nel negozio: portati via diversi capi d’abbigliamento

Nella notte tra mercoledì e giovedì i ladri sono entrati in azione anche a Rivarolo Canavese

Quello di questa notte è l’ottavo furto, tra quelli riusciti o tentati, che subisce nell’arco di due anni il negozio Euromoda di via Val Pellice, 89 a San secondo di Pinerolo. L’ultimo colpo sarebbe avvenuto solo due giorni fa, il 6 novembre.

Questa notte i ladri sono entrati nel negozio intorno alle 5 forzando la saracinesca e la porta d’ingresso, poi sono riusciti a fuggire facendo perdere le proprie tracce. Il danno alla struttura e l’ammontare del furto restano da quantificare.

Si tratta dell’ennesimo furto all’interno del negozio. Il titolare, nel tempo, avrebbe eseguito diversi e costosi interventi antieffrazione che però non hanno scoraggiato i ladri. L’uomo, demoralizzato, manifesta tutta la sua fatica ad andare avanti: “Ho 53 anni e dopo 8 furti non so se riuscirò a proseguire e a continuare a mantenere il personale”.

Altri furti nei negozi

Nella notte tra mercoledì e giovedì i ladri sono entrati in azione a Rivarolo Canavese dove hanno preso di mira il negozio Virus. I malviventi hanno smontato una vetrata per introdursi all'interno dove hanno prelevato capi d'abbigliamento per un valore di 5/6 mila euro. Indagini in corso.  

Sempre a Rivarolo altri furti sono stati messi a segno o tentati, nei giorni scorsi, in un discount e in un bar.

+++Notizia in aggiornamento+++

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento