Colpita al volto dal pallone calciato da CR7. Ora Elena spera: "Cristiano invitami a cena"

Prima di Juve-Chievo

Elena Di Martino dopo la medicazione

Elena Di Martino è una grandissima tifosa della Juventus. A tal punto che per la sua amata squadra farebbe davvero di tutto. Persino ricevere una pallonata in pieno volto, che le ha procurato problemi al naso.

Un tiro scagliato niente di meno che da lui, Cristiano Ronaldo, nel riscaldamento pre gara contro il Chievo, finito 3-0 per i campioni d'Italia e che ha visto proprio "CR7" sbagliare un calcio di rigore, il primo da quano veste la maglia bianconera.

"Prendere una pallonata in pieno volto da CR7 durante il riscaldamento non è da tutti... Fino alla fine. E grazie agli amici della curva per il supporto!", ha scritto Elena sul suo profilo Facebook dopo essere andata in ospedale per le medicazioni del caso.

Elena, che vive a Mondovì, ieri sera, lunedì 21 gennaio 2019, si trovava in curva Sud, nei primissimi posti. Proprio per vedere ancora meglio i suoi idoli nella fase di riscaldamento.

Poi il violento tiro scagliato dal campione portoghese, che le ha procurato la rottura degli occhiali e una lieve ferita laceroncotusa. Solo in un secondo momento, dopo altri accertamenti che andrà a fare nei prossimi giorni, la supporter bianconera saprà se avrà il naso fratturato. 

La giovane, poi, spera in un "miracolo" a titolo di risarcimento: "Sarebbe bellissimo se dopo questa disavventura, il mio idolo CR7 mi invitasse fuori a cena. Chiedo troppo?".

Non è la prima volta che accade un episodio di questo genere. Il precedente è quello di Torino-Inter, dopo che un tiro di Candreva aveva colpito uno steward di 25 anni, operato poi d'urgenza alla milza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento