Lo stordisce e lo deruba dello strumento musicale e del portafoglio: in ospedale

Vicino alla sede della banda

Immagine di repertorio

Ha aspettato che fosse da solo, che salutasse i suoi amici e si dirigesse verso casa. Poi lo ha colpito da dietro, tra la testa e l'orecchio, facendolo cadere a terra.

A quel punto, essendo stordito, il rapinatore ha avuto il tempo di derubarlo del portafogli, degli effetti personali e soprattutto del suo strumento musicale: un corno francese doppio sib/fa, marca Eastman, di colore ramato con campana rimovibile.

E' quanto accaduto martedì sera, 2 ottobre 2018, in corso Matteotti, all'altezza del civico 70, a Venaria. La vittima è un musico della corpo musicale "Giuseppe Verdi di Venaria" di 68 anni. L'uomo aveva da poco terminato di provare assieme agli altri componenti nella vicina sede della banda, in via Sciesa.

Fatti quei trecento metri, ecco l'aggressione da parte di un uomo che è poi scappato via con la stessa rapidità con la quale lo ha derubato.

Pur sanguinante, ha chiesto aiuto ad un collega della banda che abitava nei paraggi, con quest’ultimo che ha poi chiamato il numero unico di emergenza “112”.

Sul posto è arrivata un’ambulanza e i carabinieri della compagnia di Venaria per le indagini di rito. Il 68enne è stato poi portato al vicino ospedale Maria Vittoria per il forte trauma cranico e una ferita all’altezza dell’orecchio: per questo motivo si è reso necessario il ricovero, fino a questo pomeriggio, quando ha potuto fare ritorno a casa.

“Speriamo di risalire o al portafoglio con tutti i documenti o allo strumento in questione”, ha scritto sul suo profilo Facebook il figlio, condiviso poi dagli amici ma anche da tanti altri utenti, che oltre a voler giustizia, chiedono maggiore presenza delle forze dell'ordine e più sicurezza.

Perché non è la prima volta che una persona viene aggredita nella zona del cimitero e, più in generale, nella stessa Reale. Una donna, pochi mesi fa, era stata derubata della collana e della borsa proprio all’altezza del camposanto.

Ma l'episodio più eclatante rimane quello della zona di via Amati nello scorso mese di luglio, quando un pensionato era stato aggredito e derubato della collana in oro. In quella circostanza, la vittima era riuscita a ribellarsi, ferendo l’aggressore con un coltellino. Il ladro, proprio perché ferito, è stato poi arrestato mentre si trovava in ospedale per farsi medicare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Perde il controllo dell'auto, colpisce un'altra macchina e finisce contro il muro: due feriti

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento