"Dateci le pistole e non vi accadrà nulla": ladri rapinano una coppia di vigili urbani

Nel cuore della notte

Immagine di repertorio

Sono stati svegliati nel cuore dalla notte da un rumore "strano". Poi, quando hanno realizzato cosa stesse accadendo, era di fatto troppo tardi: erano i ladri.

Tre banditi, con i volti coperti da passamontagna e, nelle mani, pistole e coltelli. "Aprite la cassaforte e consegnateci le pistole. E non fate scherzi, se no è peggio per voi", hanno detto i malviventi a marito e moglie, entrambi agenti della polizia municipale, in forza a Druento e Collegno.

E così i due "civich" non hanno potuto fare altro che assecondarli, consegnando loro quattro pistole, di cui una con tanto di munizionamento in dotazione. I ladri hanno anche arraffato i due telefoni cellulari e qualche altro oggetto, prima di scappare via e far perdere le tracce, abbandonando la zona di via Barberà del Valles, a Grugliasco.

Immediata la chiamata ai carabinieri della compagnia di Rivoli, che ora stanno indagando sul caso. Per gli inquirenti è chiaro come i banditi abbiano agito sapendo, per filo e per segno, a che ora entrare in azione e cosa razziare. Non è escluso possa essere una rapina su commissione.

Un episodio che riporta alla mente quanto successo a San Francesco al Campo pochi mesi fa, nel dicembre scorso, quando una banda riuscì a rubare due cassaforti in municipio, che all'interno contenevano sette pistole Beretta in dotazione agli agenti del comando di polizia municipale. Le due casseforti vennero poi trovate nelle campagne di Nole, qualche giorno dopo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

  • Velocità rilevata con autovelox e telelaser: le vie interessate dai possibili controlli

  • Emergenza smog, tornano le limitazioni strutturali dopo la giornata di sciopero

  • Imprigionato nei meccanismi di una mietitrebbia: tragica morte di un agronomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento