Ambulante ucciso al mercato, chieste due condanne

Uno di loro si è pentito

Immagine di repertorio

Due condanne sono state chieste oggi, giovedì 19 aprile 2018, per l'omicidio di Agatino Razzano, ambulante di biancheria intima assassinato tra i banchi del mercato di via Palli angolo via Sestriere a Moncalieri l'8 giugno 1992.

Si è trattato di un omicidio legato all'ambiente della criminalità organizzata, in particolare alla mafia catanese operativa a Torino in quel periodo.

Il pm Livia Locci ha chiesto di condannare a 20 anni Roberto Cannavò (difeso dall'avvocato Eliana Zecca), che si è pentito e nel 2014 aveva spedito una lettera ai magistrati raccontando di essere stato l'esecutore materiale del delitto, e 30 anni per Santo Mazzei (difeso dall'avvocato Salvo Lo Greco), detenuto da circa 25 anni e considerato un boss della mafia catanese e mandante del delitto.

I legali hanno chiesto che le eventuali condanne vengano eseguite in continuazione con le sentenze già pronunciate nei loro confronti, ossia calcolando il periodo già trascorso in carcere.

La sentenza verrà pronunciata a fine maggio dal gup Roberto Toppino al termine del processo svoltosi con rito abbreviato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

  • Perde il controllo dell'auto che si ribalta a lato della carreggiata: grave il conducente

Torna su
TorinoToday è in caricamento