Roghi al campo nomadi: il giudice condanna ventuno persone per reati ambientali

Pene fra 2 anni e 3 anni e 6 mesi

Un incendio in strada dell'Aeroporto

Sono 21 le persone che questa mattina, martedì 24 settembre 2019, sono state condannate per i roghi appiccati all'interno del campo nomadi di strada dell'Aeroporto a Torino, a ridosso della tangenziale e della zona industriale di Borgaro, per aver violato il codice sui reati ambientali del 2006.

Il giudice Claudio Canavero del tribunale di Torino ha condannato tutti e 21 a pene variabili: la massima è stata di 3 anni e 6 mesi di reclusione, le altre quasi tutte superiori ai due anni e per tanto non rientrati nell'istituto giuridico della sospensione mediante condizionale. 

Le pene sono state in linea con quanto richiesto dal pubblico ministero Alessandra Provazza, che aveva coordinato la lunga attività d'indagine portata avanti dai carabinieri di Leini fra il 2017 e il 2018, dopo i continui episodi di incendi di plastiche, immondizia, auto rubate. Con gli odori molesti che avevano disturbato la vita dei residenti di Borgaro ma anche di Venaria, più precisamente la zona del quartiere di Altessano.  

La condanna non è stata accettata dagli imputati, che hanno protestato a lungo in aula, anche al termine della lettura della sentenza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento