Fatture false, imprenditore denunciato: sequestrati beni per oltre 400.000 euro

Immagine di repertorio

Si serviva delle due società a lui intestate per emettere e utilizzare fatture false per decine di migliaia di euro. Per questo motivo un imprenditore 50enne è stato denunciato dalla Guardia di Finanza di Torino all’Autorità Giudiziaria torinese per emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e per dichiarazione infedele.  

I Finanzieri della Compagnia di Pinerolo hanno appurato che l’imprenditore, che opera nel settore della realizzazione di opere idrauliche e di ingegneria civile, ha utilizzato, alternativamente, due imprese a lui riconducibili, per emettere, a seconda delle sue esigenze, fatture per operazioni inesistenti al solo fine di far figurare costi in realtà mai sostenuti o addirittura “gonfiati”. 

Al temine delle indagini condotte dai Finanzieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Torino, hanno confiscato diversi immobili, tutti in capo all’indagato nonché conti correnti bancari, il tutto per un valore di oltre 400.000 euro, questo al fine di garantire la restituzione alla collettività delle risorse illecitamente sottratte.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento