Morto Bruno Bernardi, grande firma del panorama calcistico italiano

Tifoso juventino dichiarato, per decenni è stato un cantore delle gesta bianconere

Bruno Bernardi

Il mondo del giornalismo è in lutto per la morte di Bruno Bernardi. Una delle grandi firme del panorama calcistico italiano e, in particolar modo de “La Stampa”.

Aveva 79 anni e da alcuni giorni era ricoverato in un letto dell’ospedale Mauriziano di Torino.

Tifoso juventino dichiarato, per decenni è stato un cantore delle gesta bianconere, in casa e in trasferta. In Italia e in Europa.

Scrittore di tantissimi libri, di calcio, come “Pinturicchio”, dedicato ad Alessandro Del Piero, o “La Commedia del Pallone”. O, ancora, “Rombo di Tuono”, la biografia di Gigi Riva, campione del Cagliari e della Nazionale.

Per anni è stato ospite fisso, in qualità di opinionista, per “Il Processo di Biscardi”, sia quando era in Rai sia quando il programma si è trasferito in altre reti nazionali e sempre condotto dal compianto Aldo Biscardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un giornalista che parlava di calcio perché era uno sport che conosceva molto bene, in quanto da giovane era stato un calciatore del Pino Maina, gloriosa squadra dilettantistica subalpina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ambulante positivo al coronavirus va al mercato a vendere frutta e verdura: denunciato

  • Clienti in coda davanti alla gelateria, scatta la multa. "Ma non posso fare il vigile"

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Coronavirus, paziente in condizioni disperate salvato con l'ossigeno-ozono terapia

  • La prima movida dopo il lockdown: mascherine abbassate e distanze di sicurezza dimenticate

Torna su
TorinoToday è in caricamento