Addio a Federico, un uomo diventato imprenditore a soli 19 anni

Il ricordo dei colleghi di Cna

Federico Casetta

Il mondo dell'artigianato e della piccola e media impresa di Torino è in lutto per la scomparsa di Federico Casetta, per anni presidente regionale di Cna e, successivamente, presidente onorario.

Aveva 76 anni. Originario di Montà d’Alba, si era poi trasferito a Nichelino per poi andare a Cambiano, dove viveva assieme all’amata moglie Fina.

Giovanissimo, aveva iniziato la carriera imprenditoriale nel settore termo idraulico, facendo tutta la trafila: da apprendista a responsabile di cantiere e poi vero e proprio imprenditore, a soli 19 anni.

Da sempre impegnato nella vita sociale e nella vita politica, è entrato a far parte di Cna, dove è poi diventato presidente regionale nel 1994, carica che ha mantenuto fino al 2001, quando poi divenne presidente di Cna Torino. 

Dieci anni dopo, nel 2011, è stato nominato presidente onorario. 
“Con lui se ne va un pezzo di imprenditoria piemontese che ha creduto nello sviluppo, nel lavoro e anche nei momenti di crisi non ha mai perso l’ottimismo. Oggi è giusto ricordarne la rettitudine, la gentilezza e l’attaccamento alla confederazione. La sua presidenza si è caratterizzata per un forte impulso di espansione territoriale, favorendo processi di autonomia e rinnovamento”, lo hanno ricordato Fabrizio Actis e Filippo Provenzano, presidente e segretario Cna Piemonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento