Le sferra un calcio dopo un violento litigio e le spezza il braccio: arrestato

Fuori dall'ospedale

Immagine di repertorio

E' arrivata in ospedale con il braccio fratturato. Una situazione che ha subito allarmato il personale sanitario. Specie dopo che la donna, una 35enne, ha detto: "Non è stato un incidente domestico. Me l'ha spaccato il mio compagno".

Domenica pomeriggio, 9 giugno 2019, sono così arrivati d'urgenza, all'ospedale Maria Vittoria, gli agenti della  Squadra Volante, che hanno rintracciato il responsabile fuori dalla struttura ospedaliera, arrivato poco prima, quando si è reso conto della gravità di quanto aveva commesso.

Era stato lo stesso compagno, un 35enne italiano, a richiedere l'intervento dell'ambulanza del 118, dopo le suppliche della donna. Anche se al telefono aveva detto come si fosse trattato di una caduta in casa, mentre stava facendo delle pulizie.

Una bugia per evitare guai. Ma la vittima, agli agenti, ha spiegato come si sia procurata la frattura dell'ulna per essersi riparata da un calcio sferrato dal compagno dopo un violento litigio. 

L'uomo è finito in manette per "maltrattamenti contro familiari o conviventi" e "lesioni personali aggravate".    

Potrebbe interessarti

  • Sagre, feste e prodotti tipici: 6 appuntamenti da non perdere a luglio

  • Come difendersi dai ladri d'appartamento in estate

  • Sei bersagliato dalle punture di zanzara? Sette motivi per cui preferiscono proprio te

  • Insalata di petti di pollo alla piemontese: una ricetta veloce, fresca e saporita

I più letti della settimana

  • Tragedia nella serata: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Paura in paese: auto esplode pochi secondi dopo essere stata parcheggiata

  • Tragedia nel condominio, uomo si toglie la vita gettandosi dal balcone  

  • Litigio stradale con l'automobilista che lo colpisce, ma lui è un campione di pugilato e lo mette KO

  • Terribile scontro fra due veicoli: morto un papà, due feriti

  • Auto esce di strada e si schianta contro un albero, medico grave in ospedale

Torna su
TorinoToday è in caricamento