"Mia moglie mi ha picchiato", ma il vero aggressore era lui: arrestato

Sotto gli occhi di un bambino

Immagine di repertorio

Per mesi ha picchiato la moglie. Spesso e volentieri, sotto gli occhi del figlio, un bambino di soli sette anni. 

Ma mercoledì pomeriggio, 24 aprile 2019, nel quartiere Madonna di Campagna, dopo l'ennesimo litigio finito con la donna presa a schiaffi e a calci, solo perché l'aveva svegliato, la vittima è riuscita a reagire, colpendolo con il dorso della mano al labbro, ferendolo.

Le urla durante il litigio avevano portato una vicina di casa a chiamare la polizia. E quando gli agenti della Squadra Volante sono arrivati in quell'abitazione, nel quartiere Madonna di Campagna, l'uomo, un 36enne italiano, aveva raccontato di aver subito un’aggressione senza motivo da parte della moglie, che si era poi allontanata da casa.

Ma il suo racconto non ha convinto gli agenti che, dopo aver sentito la moglie e la vicina, ha arrestato l'uomo per maltrattamenti in famiglia. 

Potrebbe interessarti

  • La salute prima delle vacanze, boom di check-up al Koelliker

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • San Lorenzo a Torino: i posti migliori per ammirare le stelle cadenti

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

I più letti della settimana

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Seconda giornata di maltempo: la tromba d'aria si sposta, altri danni

  • Bomba d’acqua nella cintura sud-est di Torino: tetti scoperchiati, allagamenti e alberi caduti

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

  • L'auto sbanda, va contro il guardrail poi finisce fuori strada: morti marito e moglie

Torna su
TorinoToday è in caricamento