Dodici anni di pestaggi e aggressioni: arrestato il convivente

Sempre per futili motivi

Immagine di repertorio

Ogni volta che la picchiava e l'aggrediva, le chiedeva poi scusa. E lei, ogni volta, faceva finta che non fosse mai accaduto nulla.

Per dodici lunghi anni. Ma fino all'altro giorno, quando ha deciso di dire "basta" e di denunciare tutto agli agenti della polizia del comissariato Madonna di Campagna, che ha arrestato il convivente violento.

E dire che la loro storia d'amore - se così la possiamo chiamare - era iniziata come una relazione extraconiugale. Poi la donna aveva deciso di confessare tutto al marito per iniziare la nuova avventura amorosa, che sin da subito si era rivelata violenta.

"E' sempre stato aggressivo.  Era solito rientrare a casa ubriaco e mi insultava anche con sms", ha detto ai poliziotti.

Nei giorni scorsi la donna ha finalmente trovato il coraggio di chiedere aiuto: "Ero stanca di vivere con ansie e preoccupazioni, di doverlo sempre assecondare per paura, di subire violenze fisiche e psicologiche anche per futili motivi", ha detto prima di scoppiare in lacrime. 

Potrebbe interessarti

  • Scarafaggi in casa? Ecco come allontanarli

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Auto sui binari del tram

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

I più letti della settimana

  • Si toglie la vita gettandosi dal balcone: muore un uomo

  • Si toglie la vita con un colpo di pistola: aveva solo 30 anni

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Addio a Max e alla sua passione per i motori, il ricordo degli amici

  • Perdono il controllo dell'auto all'incrocio e ne centrano altre due: feriti

Torna su
TorinoToday è in caricamento