Liberato il fotoreporter arrestato in Serbia

Era in carcere dal 16 marzo

Mauro Donato

Mauro Donato è stato liberato. La notizia è apparsa poco fa sul suo profilo personale Facebook. A scriverlo alcuni amici, molto vicini alla famiglia dell’insegnante - di Coassolo, ma residente a Lanzo - con la passione della fotografia e dell’inchiesta giornalistica che era detenuto nel carcere di Sremska Mitrovica, in Serbia, dove era stato fermato ed arrestato il 16 marzo scorso mentre si trovava assieme ad un collega, Andrea Vignali, per un reportage sulla vita dei profughi in fuga dalla guerra e dalla povertà lungo la così detta “Balkan Route”.

Coassolo Liberato Mauro Donato 1-2

Per lui l’accusa era di rapina aggravata dall’uso della violenza ai danni di tre profughi afghani. Una accusa del tutto infondata ma che non gli ha permesso di fare ritorno in Valle. 

Una decisione sul suo caso si sarebbe dovuta avere il prossimo martedì, 10 aprile, quando sarebbe tornato in servizio dopo una vacanza il giudice che si stava occupando della vicenda.

La famiglia di Donato era seriamente preoccupata per le condizioni psicofisiche del 41enne, come confermato dal legale della famiglia, l’avvocato Alessandra Ballerini. La moglie era arrivata a Sremska Mitrovica per incontrare Mauro nei giorni scorsi.

Coassolo Liberato Mauro Donato 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento