Addio al macchinista morto nel disastro ferroviario, centinaia di persone ai funerali

Tra pochi mesi Roberto Madau sarebbe andato in pensione

Un momento durante i funerali a Ivrea

Ultimo saluto oggi, venerdì 1 giugno, a Roberto Madau il macchinista 61enne morto sul colpo a seguito dello schianto del treno Torino-Ivrea contro un tir, avvenuto nella serata di mercoledì 23 maggio a Caluso lungo la linea Aosta-Chivasso. Ad Ivrea, sua città di residenza, in centinaia si sono stretti intorno alla famiglia Madau per dire addio a Roberto.

Nella chiesa del Sacro Cuore di Ivrea il parroco, don Maurizio Tocco, per parlare del macchinista morto nell’incidente ferroviario ha utilizzato la metafora del viaggio “Quante persone ha portato a destinazione Roberto. Il suo viaggio è stato interrotto tragicamente".

La sua bara è entrata in chiesa con il cappello da ferroviere sul coperchio coperto da un cuscino di fiori gialli. Roberto Madau, originario della Sardegna, tra pochi mesi sarebbe andato in pensione. 

Treno investe tir fermo sui binari al passaggio a livello: 23 feriti, 2 morti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento