Fermato dopo un inseguimento a folle velocità, spacca la tibia a un poliziotto: era ubriaco

Subito arrestato

Immagine di repertorio

Stava sfrecciando a tutta velocità, la notte di sabato 16 febbraio 2019, attorno alle 4, in corso Re Umberto.

Ma in quegli stessi istanti, ecco passare una Volante, che ha deciso così di fermarlo per un controllo. Ma invece di fermarsi, un 36enne italiano ha deciso di aumentare ancora di più la velocità, fregandosene dei "rossi". 

Ne è nato un inseguimento, per le vie del rione San Secondo, culminato poi in via Massena, nonostante l'uomo abbia provato a fuggire ancora per qualche centinaio di metri a piedi. 

E dopo una violenta colluttazione, sono finalmente state messe le manette ai polsi del fuggitivo. I successivi controlli hanno portato a capire il perché stesse fuggendo: aveva un tasso alcolemico nel sangue di 1,88 g/l, più di tre volte il consentito.

Così è stato arresto per guida in stato di ebbrezza ma anche per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, visto che un agente è stato costretto a recarsi in ospedale - e ad essere ricoverato - per la frattura del piatto tibiale esterno.

L'auto è stata sequestrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento