L'incrocio è pericolosissimo. Il sindaco: "Ci vuole una rotonda per evitare altri morti"

Sopralluogo della Città Metropolitana

L'incrocio di via Leini con la sp40

"La situazione è di estremo pericolo. Ci vuole una rotonda per evitare altri morti". 

Emanuele De Zuanne, sindaco di Volpiano, vuole a tutti i costi che venga realizzata una rotatoria tra via Leini e la strada provinciale 40 e di installare uno spartitraffico tra le carreggiate, in modo da obbligare i conducenti a utilizzare la nuova rotatoria e quella esistente all'incrocio tra la Sp 500 e strada della Benedetta (a est del deposito Eni) per cambiare senso di marcia.

Di qui la richiesta durante la riunione della commissione consiliare Lavori Pubblici della Città Metropolitana di Torino.

Il sindaco di Volpiano ha illustrato le problematiche dell'arteria, in particolare l'incrocio con via Leinì, di fronte alla Sparco. Ma anche la strada provinciale 500, nel tratto adiacente l'accesso all'area Eni.

"L'assenza di uno spartitraffico centrale - ha sottolineato De Zuanne - induce molti conducenti di autocisterne di Gpl ed altri combustibili infiammabili ad attraversare la strada (larga 4 corsie), per immettersi nei depositi presenti sul lato opposto, compiendo una manovra estremamente pericolosa". Ogni giorno lungo la Sp 500 transitano decine autocisterne, il traffico è aumentato dal 2009 (quando è stato aperto il collegamento con l'autostrada Torino-Milano) e dal 2015 la polizia municipale ha comminato 185 sanzioni. Altrettanto grave è la situazione della Sp 40 all'altezza di via Leinì. Dal 2015, si sono verificati 20 incidenti con 2 morti e 21 feriti. Oltre alle condizioni di estremo pericolo, bisogna considerare che quel tratto di strada è privo di illuminazione e in zona è presente la ditta Sparco che accoglie quotidianamente decine di autocarri, ma soprattutto il carico di pericolosità aumenta con i mezzi che trasportano gas della vicina Liquigas".

Prima di approvare l'intervento, la Città Metropolitana effettuerà un sopralluogo. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Carne e pesce in cattivo stato di conservazione: denunciato titolare di un negozio

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento