Giocattoli, bigiotteria e prodotti per l'elettronica sequestrati dalla Finanza: non erano sicuri

Pericolosi per la salute

Una parte della merce sequestrata

Sono oltre 20mila gli articoli sequestrati dalla Guardia di Finanza di Ivrea perché non conformi e potenzialmente pericolosi per la salute.

Articoli che da qui a pochi giorni, senza il tempestivo intervento delle Fiamme Gialle, sarebbero finiti sugli scaffali di una decina di negozi nel Canavese - a Rivarolo, Montalto Dora, Cuorgnè e Burolo - pronti per essere venduti in vista del Natale.

Come giocattoli e bigiotteria, privi delle indicazioni sulla denominazione merceologica, sull’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose e le modalità di smaltimento. O come i prodotti per l’elettronica, sprovvisti del marchio “CE”.

I titolari dei negozi, tutti di nazionalità cinese, ora rischiano sanzioni fino a 25mila euro per locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento