In tasca un Revolver, a casa armi, munizioni, mitragliatori e monili: arrestato pensionato

Denunciato anche per ricettazione

Le armi sequestrate dai carabinieri

Quando lo hanno fermato, per un controllo, alle porte di Gassino, in tasca oltre alle chiavi e al portafoglio aveva con sé un Revolver calibro 320, legata con un cordino, in modo tale da poterla estrarre molto più facilmente, oltre ad un caricatore pieno di cinque proiettili.

E così, i carabinieri di Castiglione hanno arrestato un pensionato 83enne di Gassino, per detenzioni di armi e munizioni e denunciato per ricettazione.

A seguito di una perquisizione nell'abitazione, i carabinieri hanno trovato una pistola semiautomatica, un caricatore da 32 colpi per un mitragliatore, altri tre da 20 colpi, un caricatore per pistola, 510 cartucce di vario calibro per armi comuni e da guerra, alcuni monili in oro e argento, sei orologi di varie marche e  6.750 euro in contanti. 

Tutte le armi sono state inviate ai Ris di Parma per verificare se siano state utilizzate per commettere dei reati, mentre tutta la merce ritrovata è ora oggetto di ulteriori accertamenti, visto che potrebbe essere tutta merce rubata.

L'attività è stata disposta dal comandante provinciale dei carabinieri di Torino, colonnello Francesco Rizzo, che ha intensificato i controlli e le perquisizioni a casa di pregiudicati per trovare armi clandestine o detenute illegalmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

Torna su
TorinoToday è in caricamento