Rubano materiale e apparecchiature mediche dalla Radiologia: denunciati gli autori

Stanati dalle telecamere di videosorveglianza

Immagine di repertorio

Sono stati individuati gli autori dei furti di attrezzature mediche - di ingente valore - dal reparto di Radiologia dell'ospedale Mauriziano.

Gli agenti del commissariato San Secondo, lo scorso 8 marzo 2019, hanno denunciato per furto aggravato in concorso un 38enne e una 51enne, entrambi italiani e con pregiudizi di polizia.

La polizia è riuscita a individuarli grazie ad alcune registrazioni estrapolate dal sistema di video sorveglianza dell'ospedale.

Dalle immagini si è capito come i due sostassero all’interno del reparto dopo l’orario di chiusura, per poi entrare in azione, per ben quattro volte in poco tempo. Nel corso della perquisizioni domiciliari, gli agenti hanno trovato parte del materiale rubato.

Ipotizzando come il resto della merce fosse stata già rivenduta, la polizia è andata a "fare visita" ad un negozio che vende oggetti usati in via Sacchi, trovando un’apparecchiatura medica e un misuratore digitale della pressione arteriosa di proprietà dell'ospedale. 

Il valore complessivo della refurtiva sottratta supera i 30 mila euro.    

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

Torna su
TorinoToday è in caricamento