Nei vasetti di yogurt alla frutta c'erano pezzi di hashish: giovane in manette

Nel Centro permanente di rimpatrio

Lo yogurt "alla droga"

"Devo consegnare un pacco di generi alimentari per un ospite del centro", ha detto nei giorni scorsi un 20enne di nazionalità marocchina al personale di polizia presente al Cpr (Centro permanente di rimpatrio, ndr) di corso Brunelleschi. 

Gli stessi agenti, prima di permettere la consegna, hanno minuziosamente controllato lo stesso pacco. Ed è qui che hanno notato un certo nervosismo nel giovane, che ha insospettito e non poco le guardie. Perché per tutto il tempo ha passeggiato, continuando a stare al telefono. 

E così hanno deciso di controllare meglio soprattutto due confezioni da otto vasetti di yogurt alla frutta. Ad un controllo manuale, il peso di alcuni di quei vasetti sembrava piuttosto particolare, maggiore rispetto a quello indicato. Ma anche con piccole irregolarità nella sigillatura.

Gli agenti hanno così scoperto come nei vasetti ci fossero ben nove pezzi di hashish, per un peso complessivo di 105 grammi. 

Il giovane - già noto alle forze dell'ordine e con un obbligo di presentazione giornaliero ai carabinieri - è stato arrestato per detenzione aggravata ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento