Lapo Elkann e la dislessia: "Percepito come un problema, ho reagito con la creatività"

Immagine di repertorio

Lapo Elkann si è raccontato al convegno nazionale di SOS Dislessia al Centro Congressi Santo Volto dove è stato invitato come testimone. Al pubblico presente l’imprenditore oggi 40enne ha spiegato come è stata la sua infanzia di bambino dislessico: “Sono stato percepito per quasi tutto il periodo scolastico come un ‘problema’. Sia dalla scuola, sia dalla famiglia. Una cosa che mi ha fatto sentire diverso fino a non tanti anni fa. Una sorte che credo accomuni un po’ tutti i dislessici. Sono stato bocciato due volte, sostenendo poi la maturità nello stesso anno di mia sorella, che ha due anni meno di me: non vi nascondo che mi sono sentito davvero uno sfigato. Anche se devo dire che in tutto questo c’è un lato positivo, per reagire ho creato un mio mondo pieno di sogni e fantasia. Sviluppando una creatività ribelle e sognante che poi sono riuscito a far diventare un mestiere”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Mentre passeggia sputa alle donne che incrocia sotto i portici: "Sono inferiori"

Torna su
TorinoToday è in caricamento