Vendevano illegalmente gadget di Eros Ramazzotti: denunciati dai carabinieri

Avvicinavano i fans in coda

Il materiale sequestrato dai carabinieri

Oltre al caos legato al concerto di Eros Ramazzotti di giovedì sera, 18 luglio 2019, con oltre 700 persone sono rimaste accalcate fuori senza poter entrare nell'area spettacoli dello Stupinigi Sonic Park, i carabinieri nelle ore successive hanno denunciato due 30enni napoletani, sorpresi a smerciare, in modo abusivo, i gadget del cantante romano.

Sequestrate bandane, magliette e altri ricordi dedicati all'autore di successi come "Terra Promessa" o "Adesso tu".

I due li vendevano in modo molto particolare: si avvicinavano ai fans in coda e chiedevano loro cosa volessero acquistare. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

Torna su
TorinoToday è in caricamento