Imbrattavano e danneggiavano muri ed edifici: scoperti e denunciati grazie alle telecamere

Fra giugno e agosto

Immagine di repertorio

E' grazie alle telecamere di videosorveglianza presenti a Strambino se i carabinieri della stessa cittadina sono riusciti a individuare e a segnalare al Tribunale per i Minori di Torino - e alla procura di Ivrea - cinque studenti, di età compresa tra i 15 e i 17 anni, ed un 21enne, tutti residenti fra Strambino, Candia e Romano Canavese.

Ovvero coloro che hanno imbrattato e danneggiato, fra giugno e agosto, i muri di abitazioni ed edifici pubblici di Strambino.

Per loro è scattata la segnalazione e la denuncia per "deturpamento", "imbrattamento di cose altrui" e "danneggiamento" e, in un solo caso, per "furto aggravato",

Nelle immagini degli occhi elettronici, i carabinieri hanno visto mentre i giovani erano intenti a imbrattare un capannone industriale. Capannone nel quale erano entrati dopo aver forzato la porta d’accesso.

Uno di loro, inoltre, è stato riconosciuto come autore di un furto di una bicicletta, di proprietà di una donna residente a Strambino. 

Il 21enne, invece, era talmente smanioso di apparire che firmava le sue opere con il soprannome "ZTK 2019", mentre gli altri, una volta compiuto l'imbrattamento, mettevano sui social foto e video, speranzosi di ottenere commenti e "like" da parte degli amici e degli appassionati. 

I genitori dei ragazzi si sono resi disponibili a ripristinare tutto, risarcendo tutti i danni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

  • Cibo mal conservato e lavoratori "in nero": ristorante chiuso e multato per 39mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento