Daisy Osakue agli Europei di atletica, Malagò (Coni): "A forte rischio la partecipazione”

Possibile accusa doping per dosi eccessive di cortisone

Daisy Osakue

Il presidente del Coni Giovanni Malagò è intervenuto oggi sul caso della campionessa di lancio del peso Daisy Osakue, colpita all'occhio dal lancio di un uovo a Moncalieri e convocata per gli Europei: "L’atleta deve fare una dose massiccia di cortisone e malgrado ci sia la possibilità dell'esenzione, la quantità è troppo elevata”.

Quindi Daisy rischierebbe l’accusa di doping, secondo le più alte sfere dello sport italiano, nonostante i tentativi di dimostrare che il cortisone è stato preso per motivi eccezionali. Malagò, che condanna quanto accaduto “Quello che è successo è un fatto estremamente grave", a Repubblica ha detto di essersi consultato con Alfio Giomi (il presidente della Fidal) proprio in merito al rischio di partecipazione dell’atleta agli Europei di Berlino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto con il passare dei giorni le dosi somministrate diminuiscono, ma bisognerà capire se le tempistiche saranno favorevoli. Daisy Osakue, che all’appuntamento sportivo vuole esserci (intervista video), è stata colpita dal lancio di un uovo nella serata di domenica. Sempre a Moncalieri, mezz’ora dopo l’episodio, un’altra persona (un maschio bianco) è stata presa di mira da lancio di altre uova da un’auto in corsa. Anche per questo motivo nelle scorse ore il reato ipotizzato dalla Procura di Torino (Pm Rossella Salvati e il procuratore aggiunto Patrizia Caputo) è di lesioni senza l’aggravante razziale e/o sessuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

  • Il Comune lancia i buoni spesa: una piattaforma web e un call-center per l'accesso

Torna su
TorinoToday è in caricamento