Dalla Nigeria al Piemonte con le creme per sbiancare la pelle: denunciato

Senza autorizzazioni

Le creme al centro della vicenda

Era partito dalla sua Lagos, in Nigeria, per approdare a Caselle dopo un breve scalo a Parigi. E nella valigia di un 50enne nigeriano, oltre agli effetti personali, c'erano decine di barattoli di creme per lo sbiancamento della pelle.

Barattoli non denunciati e privi delle autorizzazioni previste dalla legge, così come scoperto durante i controlli da parte degli uomini della Guardia di Finanza di Torino e dai funzionari doganali dell'aeroporto internazionale "Sandro Pertini" di Caselle. 

Il 50enne, alle domande di rito poste dai finanzieri della compagnia di Caselle, non ha saputo dare risposte che giustificassero la presenza in borsa di prodotti cosmetici contenenti Idrochinone e Clobetasolo proprionato, due pericolosissime sostanze, entrambe potenzialmente cancerogene, dato che possono portare all'insorgenza di forme di cancro dell'epidermide.

L'uomo è stato così denunciato per importazione illegale di cosmetici e rischia fino a un anno di reclusione e una multa di oltre 100mila euro.

Per gli inquirenti, l'uomo potrebbe fare parte di una rete che opera nel commercio illegale di cosmetici per lo sbiancamento della pelle. Il valore della merce sequestrata ammonta a diverse migliaia di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

Torna su
TorinoToday è in caricamento