Maltrattamenti ai bimbi nel centro di ippoterapia, condannato il gestore

Disposti risarcimenti alle famiglie

Immagine di repertorio

Il tribunale di Torino ha condannato a tre anni e otto mesi di reclusione Paolo Franchino, 46enne responsabile del centro di ippoterapia del Monte San Giorgio a Piossasco, ritenuto colpevole di maltrattamenti, abuso di mezzi di correzione e abbandono di minore.

Il processo era nato dalle denunce di alcuni genitori che avevano trovato i loro figli (alcuni dei quali con problemi di disabilità fisica o mentale) in pessime condizioni.

I giudici hanno escluso l'aggravante dell'aver compiuto i fatti contestati su minori con disabilità.

A giugno il pm Fabiola D'Errico aveva chiesto una condanna a sei anni di reclusione.

Alle famiglie di quattro bambini, assistite dagli avvocati Anna Ronfani, Marcello Ronfani e Anna Cagia, è stato accordata una provvisionale compresa tra i 2mila e i 10mila euro con risarcimento definitivo da stabilirsi in sede civile.

Franchino, difeso dall'avvocato Chiara Luciani, è stato anche sospeso dai pubblici uffici per cinque anni. Lui comunque continua a negare ogni addebito.

La sentenza è stata pronunciata oggi, giovedì 4 luglio 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Coronavirus, altri tre casi a Torino: salgono a quattro i contagi in Piemonte

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

Torna su
TorinoToday è in caricamento