Si punta un coltello alla gola nel litigio con la moglie, i carabinieri lo convincono a desistere

Problemi coniugali tra i due

Immagine di repertorio

I carabinieri della compagnia di Chieri hanno sventato un tentativo di suicidio nel pomeriggio di ieri, giovedì 13 dicembre 2018. Sono intervenuti in un appartamento di via Moro dove un italiano di 64 anni stava minacciando di farla finita puntandosi un coltello alla gola nel corso di un litigio con la moglie.

La donna, nel frattempo, era fuggita dall'appartamento chiedendo aiuto. I militari dell'Arma sono riusciti a farlo ragionare e poi hanno sequestrato il coltello, che aveva una lama lunga 20 cm.

Si sta valutando se si tratti di un caso di maltrattamenti in famiglia. Il gesto è comunque dovuto a problemi coniugali tra i due.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

Torna su
TorinoToday è in caricamento