Marijuana venduta agli studenti della “Torino bene”: tre arresti

Presi due cugini e un pusher benestante che ha rivelato: "Vendo droga per divertimento"

La serra artigianale di marijuana chiusa dai carabinieri

Arrestati tre italiani responsabili, a vario titolo, di produzione, detenzione e spaccio di marijuana. Si tratta di due cugini residenti a Sciolze a Poirino, di 26 e 35 anni, e di un 23enne italiano benestante di Torino.

I due cugini detenevano il monopolio dello spaccio di marijuana a Castiglione Torinese, Gassino e paesi limitrofi, soprattutto a studenti, anche minorenni. Il pusher torinese, che acquistava la droga biologica dai cugini “cannabis”, ha ammesso ai carabinieri di spacciare per puro divertimento.

I suoi clienti erano probabilmente i giovani della “Torino bene”. Il pusher benestante avrebbe candidamente riferito: "Non ho problemi economici, ma comunque non voglio gravare sulla mia famiglia. Così ho deciso di avviare questa attività anche per divertirmi...".

I carabinieri della Stazione di Castiglione Torinese hanno eseguito tre perquisizioni, chiuso una serra artigianale di marijuana a Sciolze, sequestrato quasi due chilogrammi di droga e oltre 20mila euro in contanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Colto da raptus, devasta il dehor del bar con un bastone: panico tra i turisti

  • Accoltella alla schiena un uomo seduto su una panchina: arrestato per tentato omicidio

  • Chiuse in casa e costrette a prostituirsi "altrimenti diffondiamo i video": tre ragazze liberate

  • Bimbo di un anno e mezzo cade nella piscina gonfiabile di casa: morto dopo tre giorni

  • Incidente automobile-autobus: disagi al traffico e il "giallo della portiera"

Torna su
TorinoToday è in caricamento