Scatto d’ira al pronto soccorso: uomo prende a calci e pugni una porta

Voleva più esami di controllo per la figlia coinvolta in un incidente stradale

Immagine di repertorio

Momenti di tensione al San Lorenzo di Carmagnola domenica notte, intorno all'una. Un uomo ha aggredito verbalmente un medico e preso a calci e pugni la porta dell’ambulatorio perché voleva esami più approfonditi per la figlia che lamentava dolori sparsi e arrivava in ospedale dopo un incidente stradale.

A seguito dello scatto d’ira del genitore, avvenuto a visite ultimate e dopo un certo periodo d’attesa del proprio turno considerate le condizioni non gravi, sono dovuti intervenire i carabinieri chiamati dal personale presente.

I militari lo hanno calmato e hanno riportato la situazione alla normalità. I medici e altro personale non hanno subito aggressioni fisiche. L’Asl ha scelto, per il momento, di non denunciare l’uomo, ma si è limitata ad una segnalazione alle forze dell'ordine.  
 

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Ragnetti rossi, come eliminarli in modo naturale

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Rimane appesa alla ringhiera del balcone poi cade nel vuoto: ragazza in gravi condizioni

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

  • Bambino esce in bici dal cortile della casa dei nonni e viene investito: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento