La bici si rompe, lui cade e batte la testa a terra: morto dopo 44 giorni

Conosciuto in tutto il paese

Gabriele Alberto aveva 56 anni

Gabriele Alberto, 56 anni, residente a Burolo, è morto all'ospedale Giovanni Bosco di Torino la mattina di lunedì 25 marzo 2019 per le conseguenze di un incidente avvenuto a Ivrea lo scorso 9 febbraio. Era molto conosciuto soprattutto a Salerano Canavese dove era l'unico cantoniere del Comune e si impegnava anche nel volontariato, in particolare nell'hospice Casa Insieme.

"Gabriele!!!!!!! Grazie per tutto ciò che hai fatto per tutti noi. Io non lo potrò mai dimenticare. Grazie. E ora, buon ultimo viaggio con la tua bicicletta", lo ricorda su Facebook la sindaca del paese, Tea Enrico. "Era l'amico di tutti - aggiunge - e non si negava mai a nessuno. Il nostro Comune ha perso oltre che un dipendente un amico sempre disponibile".

Alberto, infatti, era conosciuto anche per l'amore per la bicicletta, oltre che per le escursioni in montagna. Quel tragico giorno, però, qualcosa è andato male. La bici ha ceduto rompendosi e lui è caduto sull'asfalto battendo la testa. Trasportato d'urgenza in ospedale, non si è più ripreso. Dopo 44 giorni di agonia, il tragico epilogo.

I funerali si terranno domattina, sabato 30, al cimitero di Burolo. La cerimonia inizierà alle 10.45.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mini in corsia d'emergenza esplode dopo essere urtata da un'altra auto: morti padre e figlia

  • Frontale fra due automobili: un uomo è morto, cinque persone ferite

  • Terribile schianto nel sottopasso, ma è la scena della fiction con Raoul Bova

  • Scontro auto-ambulanza: una persona è morta

  • Maxi-tamponamento in tangenziale: coinvolti cinque veicoli, traffico paralizzato

  • Scontro tra camion e moto, morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento