Torino ricorda l’avvocato Bruno Poy, oggi avrebbe compiuto 62 anni

Le parole affettuose dell'Avvocato Patrizia Polliotto, gli auguri di Silvia Mezzanotte, storica voce dei Matia Bazar, e il ricordo di molte personalità piemontesi

L'avvocato Bruno Poy

Il mondo piemontese della politica, della giustizia, dell’imprenditoria e dello spettacolo dedica in coro un pensiero alla memoria dell'avvocato Bruno Poy. Si è spento il 15 marzo scorso in seguito a un male incurabile. Il noto legale - vercellese d'adozione ma torinese di nascita -, che aveva un prestigioso studio anche a Torino in Piazza San Carlo, il 21 giugno avrebbe compiuto 62 anni. 

Bruno Poy,  giuslavorista di fama nazionale e politico, ha militato nel CCD e nell’UDC di Pierferdinando Casini e Michele Vietti. 

Nella sua carriera, è stato Assessore al Comune di Vercelli, più volte Sindaco di Palazzolo Vercellese, suo storico comune di residenza ove viveva, e tentò anche il seggio alla carica di Consigliere Regionale in Piemonte alla tornata di Mercedes Bresso Presidente. Nel 2014, sostenuto dall’NCD del Ministro Angelino Alfano e dell’allora Ministro Maurizio Lupi, si candidò a sindaco di Vercelli. 

Alla memoria e alla famiglia del legale scomparso sono pervenuti gli auguri di buon compleanno di molte personalità torinesi e non. A cominciare dall'Avvocato Patrizia Polliotto, Fondatore e Presidente del Comitato Regionale del Piemonte dell'Unione Nazionale Consumatori (di cui Bruno Poy era Responsabile della delegazione di Vercelli), sino alla cantante Silvia Mezzanotte, ex voce dei Matia Bazar, che ricorda l’avvocato "quale uomo d’una gentilezza d’altri tempi”.

Compresi gli auguri sinceri del sacerdote cottolenghino torinese Don Adriano Gennari del 'Cenacolo Eucaristico della Trasfigurazione Onlus' (che ha assistito Poy spiritualmente sino all'ultimo durante la malattia), del giornalista e critico musicale torinese Maurizio Scandurra e di molti altri amici vercellesi quali l'editore e giornalista Guido Gabotto, Paola Della Rossa, Ilaria Pugno e Katia Boccato (le tre storiche segretarie di studio dell'avvocato Poy), l'imprenditore Guglielmo La Mantia, il dottor Gian Luigi Pomati, il politico e consigliere comunale torinese Roberto Rosso.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra 3 auto, una vettura in una scarpata: due morti e quattro feriti

  • Carni e pesci in condizioni disastrose nel freezer: denuncia e maxi-multa al titolare di un ristorante

  • Serata di inferno sotto la pioggia in tangenziale: due incidenti, un morto e quattro feriti

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Uomo ucciso a colpi d'arma da fuoco: assassino armato in fuga nei boschi

  • Treno travolge un'auto al passaggio a livello: veicolo trascinato per 50 metri, una persona tra le lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento