Con soldi falsi compra gioielli per 1,4 milioni, arrestato truffatore

Un bruinese specializzato nelle "stangate internazionali". E' stato catturato in un albergo di Catania

Immagine di repertorio

Mercoledì 17 maggio è finito in manette a Catania un 56enne di Bruino esperto truffatore con specializzazione nelle stangate internazionali.

L’uomo, che si spacciava per esperto gemmologo e cercava di acquistare gioielli sui siti di annunci on line, è stato condotto in carcere in esecuzione di un mandato di cattura europeo per i reati di truffa aggravata ed associazione per delinquere.

Il truffatore è stato arrestato dalla polizia in un albergo dopo l’ultimo raggiro ai danni di una coppia spagnola. L’uomo avrebbe contattato i due venditori, un uomo e una donna, offrendosi di comprare alcuni loro preziosi e un diamante di elevato valore.

I tre si sono dati appuntamento in un hotel di Barcellona. Qui il bruinese avrebbe valutato il diamante 1.185.000 euro (valore stimato in circa 950 mila euro) e gli altri preziosi 240.000 euro. Le vittime hanno colto al balzo l'offerta e il giorno successivo, al momento della vendita, l’uomo avrebbe acquistato i gioielli pagando 1.375.000 euro in banconote false. 

Il truffatore, in tutta fretta, aveva fatto perdere le proprie tracce, ma dopo tre mesi di indagini è stato individuato nell’albergo del centro storico di Catania dove è stato ammanettato.

Il bruinese è stato, infine, rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza a disposizione della Corte d’Appello, sezione provvedimenti speciali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nel palazzo del centro cittadino: uomo si uccide gettandosi nel vuoto

  • Ventiquattro ore dopo, nuovo dramma in autostrada: morto un 26enne

  • Scende dall'auto dopo un incidente e viene travolto da un'altra vettura: morto

  • Sbanda con l'auto e finisce contro il guardrail: morta una donna

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Sedato sull'ambulanza, si soffoca col vomito e poi muore in ospedale: inchiesta aperta

Torna su
TorinoToday è in caricamento