Blocco antismog sospeso per sciopero, lo stop ai veicoli euro 4 diesel riparte da sabato

“Livello arancio” attivo da sabato 8 a lunedì 10 dicembre

Immagine di repertorio

I dati forniti dall’agenzia Arpa Piemonte non sono positivi e confermano il superamento del livello critico di 50 mcg/mc della qualità dell’aria.

Per questo motivo è stato rinnovato il blocco fino ad euro4 diesel compreso (primo livello emergenziale) fino al 10 dicembre, a Torino e negli undici comuni dell’area metropolitana. Questi i comuni interessati: Torino, Beinasco, Borgaro Torinese, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Venaria Reale.

Sospensione del blocco per sciopero

Venerdì 7 dicembre, come previsto dalla delibera istitutiva dei provvedimenti antismog, il blocco verrà sospeso a causa dello sciopero del trasporto pubblico locale, per tutti, euro 0 compresi (limitazioni del traffico emergenziali e permanenti).

Sabato 8 dicembre riprenderanno le limitazioni permanenti e quelle associate al livello arancio, fino a lunedì 10, quando una nuova valutazione della qualità dell’aria permetterà di optare per la fine del livello arancio – se la serie negativa di superamenti sarà interrotta – o per il passaggio dal livello arancio a quello rosso - se la serie continuerà superando i dieci giorni consecutivi – che aggiunge ai divieti la circolazione delle auto e furgoni diesel euro5 immatricolate prima del 1 gennaio 2013 e a benzina con omologazione euro1.

Sospesa la Ztl centrale a Torino

Venerdì 7 dicembre 2018, in relazione allo sciopero di 4 ore dei mezzi GTT, indetto dalla Organizzazione territoriale UGL Autoferrotranvieri, saranno sospese le limitazioni previste tra le 7,30 e le 10,30 nella ZTL Centrale (ordinanza n. 85592 del 04/12/2018). Resteranno in vigore, come di consueto, i divieti previsti nelle vie e corsie riservate al trasporto pubblico, nelle zone pedonali, nella ZTL Area Romana e Valentino.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Fate pena iniziate ha scalare i soldi dai bolli auto assicurazione per tutti i giorni che non si usufruisce del proprio mezzo .... Vergognatevi

  • andate a cagare voi le immissioni e chi vi viene dietro, questo è tutto un magnia magnia e noi italiani abbocchiamo a tutto quello che ci dicono perché sanno benissimo che abbassiamo sempre la testa non lamentandoci mai

  • Si è una presa in giro!! Cè altro che inquina! Oggi in via Reiss Romoli ho visto in autocarro della Gtt che circolava , dalla targa non poteva circolare , e solo una briciola !! C’è di peggio che fa salire i valori !! Non auto € 3 non € 5. Vergogna

  • Non capisco una cosa, ma d’estate i valori non salgono?, solo d’inverno e alle porte della campagna rottamazione?, la cosa è veramente strana.

  • Dobbiamo prendere esempio dai francesi

  • @antonio pienamente d'accordo. Sono solo prese in giro

  • Notare che con il blocco dei diesel euro 4 i valori sono aumentati, allora di chi è la colpa?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Acquista crack pagandola con prestazioni sessuali, viene punita brutalmente dal fidanzato-aguzzino

  • Cronaca

    Maxi-controllo di spacciatori sul fiume, ma due reagiscono: agenti feriti a bottigliate

  • Incidenti stradali

    I pazienti e i bersaglieri piangono il dottor Francesco Pietro, il medico col trombone e le piume nere

  • Sport

    Young Boys-Juventus streaming e tv: dove vedere la partita di Champions League in diretta

I più letti della settimana

  • La Volante della polizia si scontra con l'auto dei giocatori della Juve: poliziotto in ospedale

  • La ditta va a fuoco: colonna di fumo nero visibile da tutta la città

  • Terrore in classe: ragazzo armato di mazza da hockey si accanisce contro uno studente

  • Manifestazione in centro, deviate circa 20 linee Gtt: dettagli e orari

  • Cattivo odore dall'appartamento: morto un uomo, era stato dimenticato da almeno una settimana

  • Ragazzo cade in stazione e finisce tra treno e banchina: pesanti ritardi per la circolazione

Torna su
TorinoToday è in caricamento