Chiude fuori casa moglie e figlio, 37enne arrestato per maltrattamenti

Ha lanciato anche una bicicletta contro la donna

Immagine di repertorio

Un marocchino di 37 anni ha imposto alla moglie di andare via di casa con il figlio piccolo al culmine di una lite durante la quale ha colpito la donna al viso e le ha lanciato contro suppellettili e oggetti vari quali bottiglie, sedie e persino una bicicletta.

Il fatto è accaduto nel quartiere Aurora. Dopo averla fatta uscire di casa, l’uomo si è allontanato impedendo alla moglie, sprovvista da sempre delle chiavi dell’alloggio, di poter rientrare. 

E’ stata la donna a contattare la Polizia di Stato. Quando gli agenti sono arrivati sul posto ha raccontato loro quando era accaduto in giornata, ma anche il vissuto di maltrattamenti psicologici e fisici subiti da lungo tempo, spesso in presenza del figlio piccolo.  

Gli agenti successivamente hanno rintracciato l’uomo e quando questi ha fatto ritorno a casa hanno constatato che l’alloggio presentava i segni della lite durante la quale erano stati lanciati oggetti sparsi per la casa. Alla luce del racconto della donna l’uomo è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.  

  

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • I pericoli in mare e in piscina: l’acqua alta e la congestione

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Marito uccide la moglie con una lima da modellismo, dopo qualche ora si costituisce

Torna su
TorinoToday è in caricamento