Calci e schiaffi per la giacca troppo aperta: compagno geloso arrestato dalla polizia

Più volte denunciato e arrestato

Immagine di repertorio

Quella giacca aperta, che poneva in evidenza la sua generosa scollatura, aveva mandato su tutte le furie il suo compagno, già in preda ai fumi dell'alcol.

Uno scatto di gelosia, avvenuto nel pomeriggio di sabato 18 gennaio 2020, mentre l'uomo era con amici in un locale nel rione di San Salvario, dove la donna era arrivata per chiedergli una cortesia.

Dopo la scenata di gelosia e di isteria, la donna - sulla trentina d'anni, extracomunitaria - è uscita dal locale e ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine, venendo però colpita a più riprese dall'uomo, con schiaffi e calci, sottraendole il cellulare. 

Sul posto sono arrivati gli agenti della Squadra Volante, chiamati allo stesso tempo anche da alcuni avventori e da alcuni passanti.

Gli agenti hanno subito fermato l'uomo, portandolo in commissariato per accertamenti: dai controlli effettuati, è emerso come l'uomo avesse a carico diverse denunce per maltrattamenti. La prima addirittura del 2017, mentre un anno dopo era stato arrestato e ammonito dal questore ad astenersi da qualsiasi atteggiamento violento nei confronti della compagna e dei suoi prossimi congiunti.

Nonostante le misure e restrizioni adottate, il comportamento dell’uomo nel tempo non è migliorato. La fidanzata lo ha sempre perdonato, credendo di poter intraprendere di nuovo la relazione con lui, a fronte di promesse mai mantenute.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo è stato arrestato per "maltrattamenti in famiglia" e "rapina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Rapina in farmacia, poi arrivano i parenti del malvivente: 12 volanti per fermarli

  • Cirio firma l'ordinanza: "Da lunedì i supermercati potranno vendere cancelleria"

  • Coronavirus, Università di Torino: "La carenza di vitamina D può aumentare i rischi di contagio"

  • Stanotte torna l'ora legale, lancette in avanti: "Un mix critico col Coronavirus"

  • Coronavirus Piemonte, Icardi: "Test sierologico per dipendenti e ospiti delle case di riposo"

Torna su
TorinoToday è in caricamento