Picchiata per non aver dato i soldi per la droga: ma reagisce e colpisce il marito con una bottiglia

Dopo l'ennesima aggressione

Immagine di repertorio

Da diverse settimane, i litigi e le aggressioni da parte di quel marito, con problemi di tossicodipendenza, erano aumentate a dismisura.

E quella donna, di 40 anni, in ben due circostanze era dovuta andare in ospedale. Senza però sporgere denuncia. 

Anche domenica scorsa, quando un banale litigio fra i due - nella loro abitazione, a San Salvario - sorto per la richiesta di denaro dell’uomo per acquistare della sostanza stupefacente, è degenerato.

Il "no" della donna ha portato il marito, di qualche anno più grande, a non accettare la risposta e a perdere il controllo di sé stesso. Gettandola contro la parete della camera. Ed è qui che lei, esasperata, ha deciso finalmente di reagire, colpendolo con una bottiglia di birra al volto. Prima di accasciarsi sul letto. 

Le urla hanno fatto scattare l'allarme fra i vicini. In pochi minuti, ecco arrivare una pattuglia della Squadra Volante, con gli agenti che hanno prestato i primi soccorsi alla donna ma anche al marito, ferito allo zigomo destro.

Per l'uomo, dopo le cure mediche, ecco le manette per maltrattamenti in famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

Torna su
TorinoToday è in caricamento