Picchia la moglie dopo l'ennesimo litigio e la manda in ospedale

Era sotto l'effetto dell'alcol

Immagine di repertorio

Sotto l'effetto dell'alcol, ha picchiato violentemente la moglie al termine di un litigio. Ennesimo caso di maltrattamenti in famiglia nell'area metropolitana di Torino. 

Dopo l'episodio di Vische, dove è finito in carcere un uomo di 28 anni dopo aver picchiato la convivente, ora è toccato ad un operaio di 30 anni di nazionalità romena, residente a Cuorgné, arrestato dai carabinieri della compagnia di Ivrea.

La lite tra i due è scoppiata per futili motivi, anche se i rapporti erano tesi da tempo. La donna - madre di due figli - ha cercato di placare il marito, inutilmente. E così ha deciso di chiamare i carabinieri, subito intervenuti per mettere le manette ai polsi del 30enne.

La donna è stata poi portata in ospedale a Cuorgné, dove è stata giudicata guaribile in due settimane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

Torna su
TorinoToday è in caricamento