Spacciava droga ai minori dentro e fuori l'istituto: nei guai anche gli amici complici

Un arresto e due denunce

Immagine di repertorio

E' di un arresto, due denunce e tre segnalazioni il bilancio di una serie di controlli anti droga da parte degli agenti del commissariato di Rivoli - con l’ausilio di un cane antidroga - all'interno e all'esterno degli istituti scolastici della cittadina.

I controlli, che rientrano nell’ambito del progetto “scuole sicure”, si sono concentrati, questa volta, sull'istituto professionale Enaip di viale Antonio Gramsci 5, frequentato da un 20enne, residente nella cintura ovest di Torino, arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti a minori.

Durante l'orario di lezione, i cani antidroga hanno individuato addosso al giovane della droga. Diverse dosi, trovate in tasca e nel giubbotto. 

Di qui la decisione di effettuare un controllo nell'abitazione del giovane. O, per meglio dire, in quella della nonna. 

Ma una volta arrivati a casa del 20enne, i poliziotti hanno trovato due studenti minorenni che, appena hanno capito come l'amico fosse nei guai, si sono precipitati nell'abitazione per provare a far sparire droga, materiale per il confezionamento e i soldi, pari a quasi 500 euro in contanti. 

Complessivamente, sono stati sequestrati 100 grammi tra hashish e marijuana, i soldi che per gli inquirenti è il provento dello spaccio, bilancini e il materiale per confezionare le dosi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Contagio Coronavirus, i casi a Torino adesso sono tre

  • Emergenza Coronavirus: chiuse due aziende e le scuole, montate tende da campo davanti agli ospedali

  • Tragedia nell'area servizio: automobilista si sente male e accosta, ma i soccorritori non riescono a salvarlo

  • Lotto, centrate due quaterne nello stesso paese: valgono 240mila euro

  • Paziente si lancia dalla finestra dell'ospedale: è gravissimo

Torna su
TorinoToday è in caricamento