Presa per i capelli e riempita di calci: esasperata, lo fa arrestare dalla polizia

Maltrattata da tempo

Immagine di repertorio

Da mesi subiva umiliazioni e aggressioni da parte del suo convivente. Ma nonostante stesse male, continuava a soffrire in silenzio. Senza andare a denunciare i fatti alle forze dell'ordine per paura. Per paura di subire altre violenze o chissà cos'altro.

Ma qualcosa è cambiato lo scorso 30 dicembre 2018, quando la donna si è convinta a chiamare la polizia dopo l’ultima furibonda lite. Sempre per futili motivi.

Prima di chiamare, però, aveva ancora subito calci alla schiena e alle gambe ed era stata anche trascinata per i capelli nel tentativo di farle battere la faccia sul pavimento.

E così ha urlato con tutta la forza che aveva e si è liberata dalla presa dell'uomo, che la stava tenendo per i fianchi e con la faccia verso la ringhiera in ferro del balcone, al terzo piano di una palazzina alle porte di Torino, in Barriera di Milano.

Gli agenti della Squadra Volante sono arrivati in casa e hanno arrestato l’uomo, un italiano di 29 anni, per il reato di maltrattamenti in famiglia.

I due si erano conosciuti sui social network un paio di anni fa e da subito avevano intrapreso una convivenza. Ma dopo qualche mese la donna aveva scoperto come il compagno assumesse abitualmente droga e le sue continue richieste di farla finita con le droghe lo irritavano tanto da renderlo violento. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Concordo.

  • appenderlo per le p..le e attendere che il corpo le abbandoni lasciandole appese.

Notizie di oggi

  • Salute

    Miracolo in ospedale: arriva con un dardo che gli buca cuore e polmone, viene salvato

  • Cronaca

    Tragedia nell'azienda: morto un giovane ingegnere

  • Cronaca

    Paura in carcere: ergastolano convocato per un provvedimento prende a forbiciate un agente

  • Cronaca

    Aggredisce un poliziotto e con un morso gli strappa un pezzo di dito: arrestato

I più letti della settimana

  • Investita da un’auto mentre attraversa la strada: donna morta

  • Folgorato mentre ripara la macchina del caffè nel ristorante: morto

  • Suicidio negli uffici comunali: dipendente si getta dal terzo piano

  • Una città intera piange Mattia: aveva solamente sei anni

  • Ragazzo investito da un treno, è morto: ferrovia interrotta

  • Prodotti mal conservati, chiusa la macelleria del Mercato Centrale

Torna su
TorinoToday è in caricamento