Va in ambasciata per richiedere il passaporto, una volta atterrato in Italia viene arrestato

Aveva condanne arretrate per oltre 18 anni

Immagine di repertorio

Avendo problemi di salute, si è recato all'ambasciata italiana presente in Kenya, a Nairobi, per chiedere il duplicato del passaporto e poter fare così ritorno nel Belpaese.

Ma questo passaggio costerà molto caro a Emanuele Borrelli, 51 anni di Torino, irreperibile da 20 anni e con una condanna a oltre 18 anni di reclusione per "violazione delle leggi fallimentari", "truffa" e "ricettazione".

Perché quella richiesta fa scattare i controlli in questura, riscoprendo i reati commessi anni addietro e per la quale era stato arrestato dai carabinieri. 

Mercoledì scorso, 19 febbraio 2020, appena è atterrato all'aeroporto della Malpensa dal volo proveniente da Mombasa, è stato arrestato dalla Squadra Mobile di Torino, con la collaborazione dell’Interpol di Roma e della Polizia di Frontiera.

Ora si trova nel carcere di Busto Arsizio per scontare la pena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Tragedia nel palazzo: morto dopo essere caduto nel vano ascensore

Torna su
TorinoToday è in caricamento