"Se domenica non perdi, ti ammazzo": le minacce ai calciatori per vincere le scommesse

Nella partita con la baby-Juve

Immagine di repertorio

"Se domenica non perdete, ti puoi considerare un morto che cammini". Erano questi i messaggi che ricevevano alcuni calciatori di Monza, Pro Vercelli e Viterbese - che giocano in serie C - da parte di un 25enne di Palagonia, in provincia di Catania.

Un ragazzo che aveva sperperato molti soldi nelle scommesse e che nell'ultimo periodo aveva deciso di giocarsi l'ultima carta: puntare sulle categorie inferiori, provando a minacciare i calciatori, scrivendo messaggi attraverso i numeri di cellulare che riusciva a reperire tramite i social.

Il giovane è stato denunciato dai carabinieri di Alessandria per tentata estorsione pluriaggravata. Nel suo appartamento sono stati sequestrati telefoni e schede sim.

L'indagine nasce dall'esposto di un giocatore del Monza, in ritiro ad Alessandria in vista della partita con la Juventus Under 23 poche settimane fa e poi vinta dal Monza 4-1.

La stessa denuncia è stata presentata dalla società lombarda, presieduta da Silvio Berlusconi, alla Figc e alla Lega Serie C.

La Juventus è naturalmente del tutto estranea all'accaduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento