Casa, come tenere al sicuro i bambini ed evitare incidenti

L'ambiente domestico si conferma pieno di insidie. Come prevenire i tanti rischi

Gli incidenti domestici sono, purtroppo, molto frequenti. Mentre sul posto di lavoro esistono norme precise che tutelano la salute e la sicurezza del lavoratore (Decreto legislativo 81/08), a casa tutto dipende dalla nostra attenzione, dalla nostra sensibilità e dal nostro buon senso.

Spesso siamo molto più attenti alla comodità e all’estetica dei nostri ambienti domestici ed è sacrosanto perché anche da queste cose dipende la nostra salute perché ci piacciono, ci soddisfano e ci trasmettono un senso di benessere. 

La sicurezza dei bambini in casa prima di tutto

Dovremmo invece pensare innanzitutto alla sicurezza, prima di tutto il resto se non a scapito di tutto il resto. Soprattutto quando ci sono dei bambini che girano per casa diventa indispensabile.

Anche quando tutto è a posto, dall’impianto elettrico alla caldaia, dagli elettrodomestici alla cabina doccia, bisogna riconsiderare ogni ambiente tenendo conto del bambino in ogni fase della sua crescita.

Bambini in casa: come cambiano le prospettive per la sicurezza

Quando comincia a gattonare il bambino può infilarsi in posti impensabili, con una velocità che può sorprenderci e dobbiamo garantire che tutto sia pulito, che non possa imbattersi in oggetti pericolosi per lui, finiti chissà quando sotto il divano.

Bisogna considerare la sua altezza per cui tutti gli spigoli, a partire da quelli del tavolo, sono un pericolo per la sua testa.  La sua curiosità rende attrattivo ogni oggetto. Sviluppando la capacità di arrampicare può arrivare rapidamente dappertutto.

E’ quindi indispensabile prendere tutte le precauzioni possibili, garantendo la massima igiene in tutta la casa, proteggendo spigoli e prese elettriche, spostando soprammobili e oggetti potenzialmente pericolosi. 

Non lasciare i bambini da soli in casa

Anche quando è un po’ più grande, bisogna cercare di non lasciare mai il bambino per troppo tempo da solo.  Bisogna trovare il tempo di  giocare con lui, divertendosi e insegnandogli, pian piano, a conoscere le cose e a valutare i pericoli.
 
Insomma, non c’è un attimo di tregua. 

Per fortuna esistono le baby sitter. Sono molto utili, a volte indispensabili per poter abbassare un po’ la guardia e concedersi qualche ora di distrazione. Affidiamogli quindi, quando è possibile, la cura del bambino. Forse è l’unico modo sicuro per avere un po’ di tregua. 

Comunque pian piano i bambini crescono, imparano a riconoscere il pericolo e così la casa può riprendere la sua sistemazione abituale. Possiamo rimettere i soprammobili più preziosi o più fragili al loro posto e i genitori possono tornare, un po’, a rilassarsi!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scopri tutto sul mondo dei bambini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori a costo zero con il 'bonus ristrutturazione': cosa si può detrarre

  • Fioriere fai da te: originali, economiche, bellissime

  • Luce naturale in casa: 7 trucchi e segreti per vivere in ambienti luminosi

  • Giardino piccolo? 3 idee (vincenti) per arredarlo

  • Maggio, fase 2 (bis): finalmente brillano le mille tonalità dei fiori

  • Lampadine a risparmio energetico, come sceglierle in base alla stanza

Torna su
TorinoToday è in caricamento