Cambio di stagione autunno-inverno: come affrontarlo perchè non diventi un incubo

Consigli e piccoli segreti

immagine di repertorio

E' arrivato uno dei momenti più 'temuti' dell'anno: il cambio di stagione. Le temperature si abbassano, l'autunno entra nel vivo: addio abiti estivi, i costumi tornano nell'angolo dei desideri, scatta l'ora di cappotti, giacche e maglioni.

Il cambio di stagione è una sfida per tutti, persino per chi ama dedicare il proprio tempo libero alla cura della casa ed alle pulizie domestiche.

A volte è difficile rinunciare a quella maglia speciale o a quei pantaloni che ci hanno accompagnato per anni, anche se il tempo li ha ormai inesorabilmente consumati.

Per prendere le decisioni giuste bisogna riuscire ad organizzare lo spazio a disposizione nel migliore dei modi. Questo non è particolarmente semplice, soprattutto in alcuni casi. Ad esempio, quando la camera da letto è piccola.  

Qui di seguito, troverete alcuni consigli e piccoli segreti per rendere meno faticoso il riordino dell'armadio

Cambio di stagione: tutto quello che serve

 Nella fase iniziale avrete bisogno degli strumenti giusti. Scatole e contenitori, debitamente usati, possono rivelarsi i migliori alleati. Prima di iniziare il cambio di stagione scegliete quali sono i vestiti che avete da vendere, quelli che volete buttare, quelli che volete inserire nell'armadio. 

Le scatole faranno proprio al caso vostro e vi permetteranno di ospitare al loro interno capi ed accessori con caratteristiche diverse.  Potrete anche sceglierle in base alle vostre esigenze, sfruttando le loro molteplici e differenti tipologie e funzionalità. Ci sono quelle con la struttura a cassetto, che permettono di avere una piccola cassettiera all'interno del vostro arredo. Alcune, invece, hanno la parte frontale trasparente: questo potrà aiutarvi a capire il contenuto anche soltanto grazie ad un colpo d'occhio.

Ci sono, poi, scatole piccole, perfette per contenere al proprio interno i vostri accessori, come le cinte o le borse, ma anche le scarpe.

Cambio di stagione: come procedere

Iniziate a svuotare l'armadio dal suo contenuto. Sistemate i vestiti sul letto in base alla tipologia ed all'uso. Quando l'armadio sarà completamente libero, potrete iniziare la fase della pulizia. Togliete la polvere con un panno microfibra. Lavate poi le superfici. 

Se sentite un cattivo odore, all'interno dell'armadio, potrebbe trattarsi di muffa. Potete eliminarla con una soluzione formata da aceto di mele, olio di tree oil ed olio essenziale di ginepro.

Ricordatevi che esistono alcuni preziosi rimedi naturali per prevenire il temutissimo ritorno della muffa. In particolare, la lavanda e l'alloro hanno questo potere: potete creare un infuso con queste piante ed aggiungere un cucchiaio di bicarbonato e mezza tazza di aceto bianco. 

Dovrete poi spruzzarlo sulla superficie e lasciarlo agire per mezz'ora. Pulite, poi, con un panno umido e asciugate l'intera superficie.

Dopo la pulizia dell'armadio, è tempo di passare all'analisi capo per capo. La domanda è: cosa conservare e cosa dare via? Cercate di ricordarvi le ultime volte che l'avete indossato e se davvero vi stava bene.

Quali sono i vestiti da tenere? Controllate se devono essere lavati, se invece è necessaria qualche ripararazione.  Verificate con attenzione che le tasche dei pantaloni o delle giacche siano vuote. Altrimenti rischierete di perdere per sempre dei soldi o qualche prezioso appunto. Nella migliore delle ipotesi sarete sorpresi nel ritrovarli soltanto nella stagione successiva.

Piegate con cura i capi puliti: per praticità la cosa migliore è quella di sistemare le maglie tutte insieme e posizionare i pantaloni in un altro contenitore. In questo modo saprete facilmente dove sono e sarete prontissimi, in primavera, al prossimo cambio di stagione. 

Scegliete la posizione per sistemare scatole e sacchetti: potete posizionarle nella parte alta dell'armadio, nel letto contenitore  o in uno sgabuzzino.

Cambio di stagione: come organizzare l'armadio

Ora è tutto pronto per preparare il vostro armadio. E' tempo di controllare ancora una volta i vestiti, di sciogliere definitivamente ogni dubbio, decretando se sono ancora in buono stato e se continuano ad incontrare il vostro gusto.

A questo punto potete procedere: sistemate gli abiti in modo pratico e funzionale. Regola numero 1, non stropicciate i vostri capi: le camicie, i tubini, le giacche ed i pantaloni devono essere appesi alle grucce. 

Dopo averli piegati, riponete maglie e maglioni negli armadi. Potete suddividerli nei cassetti o sui ripiani a seconda del colore o della tipologia di utilizzo. Dividete ad esempio gli indumenti che usate al lavoro, le cravatte e gli abiti delle occasioni importanti, quelli che indossate nel tempo libero. Nel vostro armadio, con il freddo in arrivo, dovrà esserci anche un posto ad hoc per le vostre sciarpe.

Ora siete pronti a godervi l'autunno-inverno 2019/2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Termosifoni in azione: come averli puliti e funzionanti

  • Bonus facciata: come ottenere il 90% di rimborso

  • Archiviazione dei documenti: come averli ordinati e a portata di mano

  • Natale si avvicina: come decorare (con stile) l'appartamento per le feste

  • Viaggiare per il mondo e risparmiare? Con lo scambio casa si può

Torna su
TorinoToday è in caricamento