Mercato immobiliare: salgono i prezzi in Centro, in Collina il maggior ribasso

Domanda animata da residenti ed investitori

immagine di repertorio

Salgono i prezzi in centro. Il primo semestre si chiude in (leggero) rialzo. Ma è la conferma di un trend positivo. Nel 2018 è aumentato il numero di compravendite registrate in città, segnalando +4,3% rispetto al 2017 per un totale di oltre 13.500 compravendite (elaborazione Ufficio Studi Tecnocasa su dati Agenzia delle Entrate). I nuovi dati mostrano un primo semestre del 2019 con transazioni pari a 6.853, in crescita dello 0,3% rispetto al pari periodo del 2018.

Nel centro città i prezzi delle case iniziano a recuperare e segnano, nel periodo considerato, +0,7%.

Nel cuore di Torino il mercato immobiliare è sempre dinamico anche se, negli ultimi tempi, ci sono preoccupazioni determinate dalla possibile estensione dell’orario della ZTL fino alle 19 e 30. I timori sono legati a  un possibile abbandono della zona da parte delle attività commerciali.

 La domanda è animata sia da residenti che desiderano cambiare casa sia da investitori che acquistano per mettere a reddito. Infatti il quartiere piace molto agli universitari che si spostano utilizzando la metropolitana presente in corso Vittorio Emanuele pe recarsi nelle sedi di Lingotto, Grugliasco, corso Einaudi. Gli investitori impiegano capitali inferiori a 200 mila €. Un bilocale si affitta a prezzi medi di 500-650 € al mese mentre un posto letto costa 300-400 € al mese. Oltre che a studenti si ricorre spesso anche agli affitti brevi.

Prezzi in lieve aumento in via Lagrange, via Roma, via della Rocca e Piazza Bodoni nella prima parte del 2019, determinato da acquirenti decisi che hanno investito qualcosa in più pur di assicurarsi l’immobile desiderato. La domanda proviene spesso da investitori in cerca di monolocali e bilocali da mettere a reddito ed i capitali a disposizione sono compresi mediamente tra 50 e 250 mila €.

E’ la macroarea  della Collina quella che segnala il maggiore ribasso dei valori con -1,4%,  concentrato soprattutto nei quartieri di Lomellina e Sassi. Sono invece in aumento i prezzi degli immobili nella zona di  Cavoretto  e stabili in corso Moncalieri e San Vito.  Chi cerca in acquisto predilige appartamenti con giardino o terrazzo oppure soluzioni indipendenti.

In lieve diminuzione (-0,9%) i valori delle abitazioni nella macroarea di Santa Rita Mirafiori Nord, Borgo VittoriaBarriera di Milano (-0,2%) e Francia San Paolo (-0,3%). In quest’ultima macroarea si segnala un buon andamento per Cit Turin le cui quotazioni sono in ripresa. Ad essere interessati soprattutto i tagli grandi, oltre i 120 mq di cui c’è molta richiesta ma bassa offerta perché spesso le metrature presenti sono anche più ampie. 
Sempre in questa macroarea si segnala il buon andamento di un quartiere periferico, quello di Borgata Lesna,  grazie alla maggiore domanda stimolata dai mutui più vantaggiosi. 

Variazioni percentuali dei prezzi nel I Semestre 2019 rispetto al I semestre 2018:

Torino I semestre 2019
Centro-San Salvario  +0,7%
Borgo Vittoria - Barriera di Milano  -0,2%
Francia - San Paolo   -0,3%
Santa Rita - Mirafiori Nord  -0,9%
Nizza - Lingotto - Mirafiori Sud   0,0%
Collina  -1,4%

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Termosifoni in azione: come averli puliti e funzionanti

  • Bonus facciata: come ottenere il 90% di rimborso

  • Archiviazione dei documenti: come averli ordinati e a portata di mano

  • Viaggiare per il mondo e risparmiare? Con lo scambio casa si può

Torna su
TorinoToday è in caricamento