Camminare: chi è più lento...invecchia prima

Lo dimostra lo studio di una prestigiosa Università americana

Camminare, si sa, fa bene e la camminata è un ottimo indicatore del nostro stato di salute. Alcuni ricercatori della Duke University, proprio grazie ad un test sulla velocità di andatura, sono riusciuti a misurare il processo di invecchiamento.

Dai risultati è emerso che le persone che camminano più lentamente invecchiano più rapidamente e che il loro cervello risulta essere meno attivo ed elastico rispetto a quello di coloro che hanno un'andatura veloce.

Camminata: un'andatura veloce, un cervello attivo più a lungo

Lo studio prende in esame le persone di mezza età (45-50 anni). Nei podisti più lenti hanno individuato:

  • una maggiore riduzione cerebrale e dello spessore corticale
  • una minore superficie del cervello
  • alterazioni della sostanza bianca tipiche del declino cognitivo
  • piccole lesioni associate alla malattia dei vasi cerebrali
  • denti, polmoni, sistema immunitario in condizioni peggiori

Camminare coinvolge tanti organi:

  • apparato cardiovascolare
  • apparato respiratorio
  • apparato motorio
  • l'intero metabolismo

I ricercatori della Duke University sono stati in grado di prevedere la capacità di camminata dei 45enni utilizzando test di intelligenza, linguaggio e abilità motorie di quando avevano 3 anni.

I dati incrociati hanno mostrato che i bambini che sono diventati più lenti nel camminare avevano un quoziente intellettivo di 12 punti inferiore rispetto a coloro che sarebbero diventati più veloci 40 anni dopo.

I risultati ottenuti permettono quindi di capire abbastanza facilmente chi avrà una salute migliore da adulto, tenendo ovviamente conto dei differenti stili di vita adottati da vari soggetti presi in esame.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • Dramma nella notte: uomo travolto e ucciso da un'auto pirata

  • Neopatentato si schianta allo svincolo: distrutta l'auto potente del papà, lui aveva bevuto

  • Giornata mondiale della pizza: ecco dove mangiarla a Torino

Torna su
TorinoToday è in caricamento