MioDottore Solidale: prime visite specialistiche alimentari gratuite per tutto maggio

Un medico a Torino e uno ad Ivrea tra i quasi 70 aderenti in tutta Italia

Prendersi cura del proprio corpo seguendo delle corrette abitudini alimentari è alla base di uno stile di vita sano ed è cruciale per ogni fascia d'età. In occasione del lancio della Campagna MioDottore Solidale a sostegno dell’alimentazione equilibrata, MioDottore ha indagato le abitudini alimentari degli italiani, fotografando i loro comportamenti di fronte ai temi dell’alimentazione e della nutrizione.

 Per tutto il mese di maggio attraverso la landing page  dedicata, sarà possibile consultare la lista dei professionisti con le rispettive disponibilità per  beneficiare di una visita gratuita. Per farlo sarà necessario scegliere come tipo di visita "MioDottore Solidale - Prima visita gratuita” e inserirlo poi anche nella sezione "Motivo della visita” presente nel form di prenotazione. .

La campagna MioDottore Solidale, a sostegno dell’alimentazione equilibrata, toccherà l’intero territorio nazionale. L’iniziativa è presente anche sui canali social, dove MioDottore utilizza l’hashtag #mangiasanovivisano.

Dalla landing page a sostegno dell’alimentazione equilibrata sarà possibile accedere alla sezione Chiedi al dottore, dove rivolgere le proprie domande agli specialisti su qualsiasi tematica legata al mondo dell’alimentazione, ricevendo un riscontro professionale entro un massimo di 48 ore.

Gli italiani e l’alimentazione

Tre quarti degli italiani pensano di avere abitudini salutari e la metà degli utenti vuole migliorare ulteriormente le proprie abitudini alimentari. Tuttavia, le informazioni inerenti l’ambito della salute alimentare sono spesso confuse e, seppur in presenza di una patologia alimentare, la metà degli italiani decide di non seguire pareri medici. Le motivazioni principali che spingono a compiere tale scelta sono riconducibili al pensiero di non doversi recare da un medico perché si ritiene di non soffrire di problemi tanto gravi da dover ricorrere a un consulto (25%) oppure ancora non si riconosce di avere difficoltà in ambito alimentare (25%). Questa recente ricerca, è stata condotta da MioDottore con la supervisione del portale di informazione Eurosalus tra il 20 e il 29 marzo 2019 su un campione di 1.155 persone rappresentativo della popolazione italiana.

Alimentazione: come gli italiani curano il proprio peso forma

50% Curo la mia alimentazione affidandomi ad uno specialista
39% Curo la mia alimentazione seguendo degli accorgimenti fai-da-te
35% Svolgo regolarmente attività fisica
24% Non fumo
17% Limito l'assunzione di alcolici (un cocktail/bicchiere di vino/ una birra a settimana)
12% Faccio attività fisica seguito da un professionista (personal trainer, allenatore, istruttore, ecc)
2% Ricorro regolarmente a trattamenti estetici
1% Ricorro regolarmente a trattamenti estetici praticati da un professionista in medicina e/o chirurgia estetica.

Alimentazione: gli errori più frequenti

56% Cedo spesso a tentazioni o peccati di gola durante la giornata
19% Non mangio almeno una porzione di frutta e verdura tutti i giorni
15% Mangio spesso cibi pronti (surgelati, inscatolati, ecc)
13% Condisco troppo le pietanze (olio, sale, burro, zucchero, ecc)
8% Altro
6% Non faccio colazione
4% Non pranzo
4% Bevo poca acqua
3% Faccio sempre colazione
2% Non ceno 

La Campagna MioDottore Solidale a sostegno dell’alimentazione equilibrata

MioDottore per sensibilizzare la popolazione italiana sull’importanza di un’alimentazione sana, ha annuncia la Campagna MioDottore Solidale a sostegno dell’alimentazione equilibrata. Attraverso il mini-sito dedicato sarà possibile accedere per tutto il mese di maggio alla lista dei medici volontari, di tutta Italia, 2 in Piemonte, 1 a Torino ed 1 ad Ivrea, che hanno sposato l’iniziativa, per trovare quello più vicino e prenotare in pochi clic una prima visita specialistica gratuita.

"Interessante notare come dalla ricerca condotta emerga che non sempre gli italiani si rivolgano agli specialisti della salute, seppur in presenza di una problematica. In quest’ottica, grazie alla tecnologia offerta da MioDottore, - dichiara Luca Puccioni, CEO di MioDottore, -  vogliamo avvicinare i pazienti agli specialisti, favorendo un dialogo sempre più stretto e la Campagna MioDottore Solidale a sostegno dell’alimentazione equilibrata ne è un chiaro esempio. L’obiettivo è, infatti, sensibilizzare la popolazione su tematiche molto delicate legate al mondo dell’alimentazione. Numerosi medici sono pronti ad offrire la propria consulenza, anche gratuita, pur di combattere la disinformazione e innescare una cultura della prevenzione in ambito alimentare”.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Insetti in casa: la scutigera, l'insetto (utilissimo) che mangia gli altri insetti

  • Tempesta sul Torinese: zone allagate, paesaggi imbiancati e numerosi disagi

  • Piemonte riaperto da mercoledì in entrata e uscita, stop all'obbligo di mascherine all'aperto

  • Tragedia lungo la statale: scooter e moto si scontrano, morte due persone

  • Tragedia nel palazzo: morto dopo essere caduto nel vano ascensore

Torna su
TorinoToday è in caricamento