Viabilità, arrivano nuove ‘zone 30’ per avere zone più vivibili e sicure

Le aree interessate

Immagine di repertorio

La Giunta Comunale ha approvato il progetto di fattibilità tecnico - economica per nuove zone di mobilità dolce in Vanchiglia, Basso San Donato, Borgo Campidoglio, via Di Nanni e piazza Carducci. Serviranno a migliorare la coabitazione tra auto, biciclette e pedoni e grazie a una riprogettazione degli spazi che prevede interventi volti a ridurre la congestione del traffico, la velocità dei veicoli e a favorire la pedonalità rendendo le aree dove verranno attuati più vivibili e sicure.

Le opere previste consistono nella realizzazione di interventi strutturali per la definizione di aree pedonali e a traffico calmierato, quali zone 30 e vie residenziali. Gli ingressi a queste aree verranno identificati da delle vere e proprie ‘porte di accesso’ con l’obiettivo di segnalarne l’ingresso.

L’obiettivo è di rendere la circolazione e gli spazi all’interno dei quartieri più sicuri ed accessibili a tutti, dai bambini agli anziani, creando ambienti urbani più attraenti per il commercio, attraverso la realizzazione di rialzi di carreggiata, restringimenti, posa di cartellonistica, nuove piantumazioni e collocazione di dissuasori mobili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono previste azioni di moderazione o eliminazione del traffico quali riduzioni di carreggiata, chicane, cambi del senso di marcia e ampliamenti degli spazi pedonali in particolare davanti le scuole e in alcuni tratti di strada e piazze particolarmente idonei. “Con questi interventi si migliorerà la qualità urbana di queste aree – spiega l’assessora alla Mobilità, Maria Lapietra -. Meno auto e più lente agevoleranno lo sviluppo della mobilità dolce, aumentando il numero di chi si muove in bicicletta e a piedi e favorendo anche il commercio“.
 
La spesa per i lavori, che verranno finanziati con fondi del programma operativo nazionale Città metropolitane (PON Metro 2014-2020), ammonta a quasi 593mila euro.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

Torna su
TorinoToday è in caricamento